Scontri e violenza. Estremismi di destra e sinistra? No: paura, fame e ignoranza

Ma le ideologie non erano già state seppellite? Destra, sinistra, gli scontri di piazza, bombe molotov, raid, sequestri, cortei e lacrimogeni? Sembra tutto molto anacronistico. Che senso ha tutto ciò al tempo di facebook e dei social media, della globalizzazione imperante e soffocante? Viene il dubbio, più che fondato, che lo scontro tra ideologie, fascista, comunista, anarchica, terzomondista, antagonista, no tav e no tutto, non c’entri nulla se non come alibi: molto probabilmente si tratta di fenomeni generati dall’esclusione sociale, dalla paura della diversità e dalla assenza di una prospettiva di futuro. Una violenza che reagisce alla paura. Una violenza bieca e ignorante che cerca solo pretesti.

Home

"Sono andata dal ministro Minniti per chiedere che CasaPound e Forza Nuova non fossero in lizza. Questi gruppi vanno sciolti perche' contrastano con la Costituzione, tuttavia siamo consapevoli che e' con la cultura, la ...

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito 29 Attestati d'onore di "Alfiere della Repubblica" a ragazze e ragazzi che si sono distinti nella partecipazione, nella promozione del bene comune, nella solidarieta', nel volontariato ...

Il M5S ribadisce che la separazione tra la Rai e la politica, o meglio, la partitocrazia, è uno degli obiettivi di governo. "Bruno Vespa? Il suo futuro in Rai non lo decideremo noi al governo, ...

"Paolo Gentiloni è divenuto punto essenziale di riferimento per il futuro prossimo e non solo nel breve periodo della governabilità e della stabilità politica dell'Italia". Lo ha detto il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano ...

La Casa Bianca vorrebbe cambiare i criteri di retribuzione per oltre 1,5 milioni di dipendenti federali, privilegiando gli aumenti legati agli obiettivi raggiunti piuttosto che all'incarico. Lo scrivono i media Usa che citano i dirigenti ...

Ermal Meta e Fabrizio Moro con Non mi avete fatto niente sono i vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo. Al secondo posto Lo Stato sociale con Una vita in vacanza, terza classificata Annalisa ...

Venerdi' 16 febbraio si conoscerà la citta' capitale italiana della cultura per il 2020. Sono dieci le citta' finaliste: Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso. La decisione sara' ...

"I prossimi 24 giorni valgono 10 anni". Lo ha detto a Lecce Luigi Di Maio, intervenendo ad una manifestazione in vista delle politiche del 4 marzo. "Una cosa e' certa - ha continuato ...

"Tutti i sondaggi dicevano che Trump non sarebbe stato presidente degli Usa e hanno fallito...". Lo ha detto Matteo Salvini, commentando a 'Cartabianca' su Rai3 i sondaggi che danno il segretario della Lega dietro a ...

"Noi siamo profondamente e convintamente europeisti, e vogliamo costruire con i governi degli altri Paesi un'Europa diversa", una Unione "meno assillante nei regolamenti e più capace di parlare una voce comune". Lo ha detto Silvio ...

L'APPROFONDIMENTO

Il mercato dell’usato inizia l’anno in modo positivo. Il mese di gennaio, comunica l’Aci sul sito istituzionale, chiude “con incrementi mensili a due cifre sia nel settore delle autovetture sia in quello dei motocicli, complice anche la presenza di una giornata lavorativa in più rispetto all’analogo mese del 2017”. Aci auto usate I passaggi di proprietà delle quattro ruote al netto delle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) segnano una variazione mensile positiva del 13,7%, che in termini di media giornaliera si trasforma in un aumento dell’8,5% per effetto della giornata lavorativa in più. Per ogni 100 autovetture nuove nel mese di gennaio ne sono state vendute 164 usate. Anche per i passaggi di proprietà delle due ruote l’incremento è positivo – sempre al netto delle minivolture – hanno messo a bilancio una variazione mensile positiva del 21,9%, (+16,3% in termini di media giornaliera). Complessivamente per tutti i veicoli nel primo mese del 2018 l’aumento dei passaggi di proprietà, depurati dalle minivolture, si è attestato al 13,6%, che si riduce a +8,4% in termini di variazione giornaliera. I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica realizzata dall’Automobile Club d’Italia sui dati del PRA, consultabile sul sito www.aci.it In forte crescita a gennaio anche le pratiche di radiazione. “Le radiazioni delle autovetture hanno messo a segno un aumento del 34,4% rispetto al mese di gennaio 2017 (+28,3% in termini di media giornaliera), con circa 30mila radiazioni d’ufficio effettuate nel primo mese del 2018 per conto della Regione Lazio (le demolizioni risultano infatti in crescita dell’8% e le esportazioni quasi del 19%). Il tasso unitario di sostituzione a gennaio risulta dunque pari a 1,02 (ogni 100 auto iscritte ne sono state radiate 102), riducendosi tuttavia al netto delle radiazioni d’ufficio ad un valore di 0,84”, si legge nel comunicato Aci. Crescita record per le radiazioni dei motocicli, che a gennaio 2018 hanno fatto registrare “un incremento dell’86,5% rispetto all’analogo mese del 2017 (+78% la media giornaliera)”. Il bilancio complessivo del primo mese del 2018 evidenzia, per tutti i veicoli in genere, “una crescita delle radiazioni del 39,1%, che scende a 32,8% in termini di variazione giornaliera”.