50 sfumature di Rosso

Gli elettori italiani della sinistra non potranno di certo lamentarsi: l’offerta politica e’ la piu’ varia e in grado di soddisfare i palati piu’ esigenti. Di partiti o di aree politiche, di movimenti o di contenitori che si rifanno alla sinistra, con varie tonalita’ di rosso, da quello porpora al rosso veneziano: Partito Democratico, Sinistra Italiana, Partito comunista italiano, Democratici e Progressisti, Sinistra Ecologia Libertà, L’Altra Europa con Tsipras, Rifondazione Comunista, i Verdi, Azione Civile, a DemA (gli arancioni) di Luigi De Magistris, ‘Possibile’ di Pippo Civati, a ‘Coesione sociale’ di Landini. Venghino compagni, venghino….

Home

"Le elezioni sono previste nel 2018. Se Gentiloni vorrà votare prima lo deciderà lui". Lo ha detto Matteo Renzi ieri a Fabio Fazio nella trasmissione "Che Tempo che fa". Sulla scissione nel partito democratico l’ex ...

Nella notte degli Oscar “La La Land” di Damien Chazelle, conquista sei statuette su 14 nomination. Il musical vince l'Oscar come migliore regia, migliore attrice, che va ad una commossa Emma Stone. migliore fotografia, migliore ...

Fabo e' morto alle 11,40, ha scelto di andarsene rispettando le regole, di un paese che non e' il suo'': lo ha scritto Marco Cappato sul suo profilo Facebook.  Marco Cappato, dell’associazione Luca Coscioni, che ...

"La partita copertina della mia carriera? La prima finale di Coppa campioni contro la Juventus. Fino a quel momento era stata una carriera legata ai secondi posti, lì c'è stata la mia prima grande vittoria". ...

"La frattura del Pd e le molte epifanie di nuovi partiti, a destra e a sinistra, si stanno consumando in un ambiente politico che gia' si muove nella logica del sistema proporzionale. Dopo un paio ...

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha rivolto un duro attacco al Federal Bureau of Investigation statunitense (Fbi) per le fughe d'informazioni e le indiscrezioni non confermate che hanno costellato il primo mese della ...

"Il Donnarumma di oggi lo vedo anche migliore di me, sta facendo cose straordinarie, il futuro è aperto a una carriera dalle grandi prospettive". Parla così del portiere del Milan il campione del mondo a ...

E' "sempre più concreto" il rischio che alcuni soggetti "radicalizzati in casa" decidano di non partire verso Siria ed Iraq determinandosi "a compiere il jihad direttamente in territorio italiano". Lo segnala la relazione annuale dell'intelligence ...

Maurizio Molinari, Alberto Angela e Massimo Gramellini sono tra i 16 vincitori del premio di giornalismo "Biagio Agnes", giunto alla nona edizione. I tre giorni della kermesse sono in programma a Sorrento dal 23 al ...

"Credo che si sia creata un'opportunita' unica di riforma. Il ministro Delrio ha promesso di arrivare a una riforma entro trenta giorni, e quindi a questo punto e' importante che il governo ascolti tutte le ...

L'APPROFONDIMENTO

“Dei 950 parlamentari in carica, la stragrande maggioranza svolge un ruolo minimo nella produzione legislativa delle due camere. Solo pochi eletti risultano produttivi, almeno per quello che è tracciabile dall’esterno”. Il dato emerge dall’ultimo rapporto di Openpolis sullo stato della produttività parlamentare della XVII legislatura. “Nell’indice di produttività la stragrande maggioranza degli eletti ottiene un punteggio basso, raggiungibile anche solo con le presenze - si legge sul sito - Appena il 5% riesce ad avere un’influenza sui lavori dell’aula”. Camera Senato Diversi gli elementi che contribuiscono a formare il punteggio finale. Deputati e senatori sono divisi in fasce di produttività, in modo da rendere evidente il peso di ciascuno di questi elementi. Le presenze bastano per ottenere posizioni basse, fino a 200 punti. Altri elementi, come la relazione su atti di media importanza, possono portare fino alle fasce intermedie di punteggio. Nelle fasce più alte si trovano i parlamentari che hanno presentato disegni di legge poi approvati in via definitiva, o i relatori di atti chiave. “Oltre il 70% dei deputati e senatori ha meno di 200 punti, scrive Openpolis - soglia raggiungibile anche solo con le presenze. E circa il 35% dei parlamentari ha totalizzato persino meno di 100 punti. È quindi evidente che nelle fasce di punteggio alto ci sono pochissimi eletti. Poco più del 5% dell’aula infatti rientra nei 3 intervalli più alti, e riesce ad avere un’influenza sulla produzione legislativa”. I gruppi alla Camera e i membri sotto la media All’interno dei singoli gruppi la produttività non è distribuita in maniera uniforme, anche se la maggior parte dei gruppi ha una percentuale elevata di membri che producono meno della media. “Molto alto il dato di Forza Italia (86% dei componenti sotto la media), Scelta civica - Maie (75%) e Partito democratico (72,09%). Tre i gruppi, tutti dell’opposizione, con più membri sopra la soglia: Lega nord, Si-Sel e il Movimento 5 stelle. I gruppi al Senato e i membri sotto la media Al senato il 61,78% dei membri produce meno della media. Solo la Lega nord, ha la maggior parte degli eletti sopra la soglia. Questi gli altri dati: Grandi autonomie e libertà (92,86% dei componenti sotto la media), Alleanza liberalpopolare-autonomie (83,33%) e Forza italia (76,19%). “Sia Movimento 5 stelle che il Partito democratico – si legge nel rapporto - hanno un dato sotto il trend generale dell’aula, con rispettivamente il 57,14% e il 56,25% dei membri sotto la soglia media di produttività. Fa peggio invece Area popolare (Ncd-Udc), una delle principali forze di maggioranza, con il 65,52% dei membri che si trova sotto il livello medio”.