Olio: della ‘pace’ sostiene Medici senza frontiere

Olio italiano unito ai migliori oli di Tunisia, Spagna e Grecia “per dare vita a un prodotto che possa esprimere al meglio sapori e profumi mediterranei”. Così Manfredi Barbera, amministratore unico di Premiati Oleifici Barbera, ha presentato al Vinitaly di Verona il progetto “Olio per la pace”, promosso dalla sua azienda in collaborazione con Coop Alleanza 3.0 per sostenere Medici senza Frontiere. “Con questo progetto – afferma Manfredi Barbera – vogliamo affermare che biodiversità e integrazione possono convivere armoniosamente in un unico olio, così come ci insegna il modello siciliano. La Sicilia infatti, grazie alla sua posizione geografica nel cuore del Mediterraneo, come una madre generosa ha sempre accolto e unito religioni, culture e tradizioni differenti tra loro, nel segno della convivenza pacifica”. Racconta Barbera: “Questo progetto prende avvio nel 2015 con il campo sperimentale di Zagaria, in provincia di Enna, dove sono state messe a dimora 400 varietà di olivo di tutto il mondo. Ed oggi, in considerazione del momento storico che stiamo attraversando, abbiamo deciso insieme a Coop Alleanza 3.0 di rilanciare il progetto iniziale, creando quest’etichetta in favore di Medici senza Frontiere. Speriamo che l’olio possa diventare simbolo e ambasciatore dell’amicizia e pace tra i popoli”. L’Olio per la Pace sarà distribuito in oltre 420 punti vendita italiani di Coop Alleanza 3.0, presente in 12 regioni italiane.

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.