Champions league

Champions League, alle 20.45 allo stadio Olimpico in campo Roma e Shakhtar Donetsk nel match di ritorno degli ottavi di finale; Calcio: Serie A, alla vigilia del recupero della 26esima giornata di Serie A tra Juventus e Atalanta, la parola ai tecnici delle squadra; Sport: dalle 11.30 al salone d’onore del Coni al Foro Italico si svolgerà il convegno ‘Educare allo sport’. Partecipano, tra gli altri, Giovanni Malagò, presidente Coni, lo storico coach, Dan Peterson e Francesco Pugliese, amministratore delegato Conad; Calcio: alle 14.30 il via alla tavola rotonda sul calciomercato all’Università Europea di Roma. Interverranno, tra gli altri, il procuratore Alessandro Canovi, il presidente della Lazio, Claudio Lotito, e il dg della Roma, Mauro Baldissoni.

“La corsa Champions? Visto i risultati delle altre sono ancora fiducioso per l’Inter, c’è tempo per recuperare e raggiungere gli obiettivi prefissati. Spalletti è il tecnico giusto, assieme ad Allegri e Sarri è uno di quelli che conosce meglio il campionato italiano”. E’ la previsione di Marco Materazzi, ex difensore nerazzurro, ospite di ‘Radio anch’io Sport’ su Rai Radio1.

“Quelle due davanti (Napoli e Juventus ndr) sono più attrezzate ma questo si sapeva già in partenza, poi è stata brava l’Inter a restarle attaccata per un po’, ci sta che escono fuori qualità e rosa lunga. La Juve è 10 anni avanti agli altri e ad oggi questa mia predizione si sta avverando”. E sulla lotta a un posto Champions, il campione del mondo a Germania 2006 aggiunge: “Dalla Roma non mi aspettavo le ultime 3-4 partite, hanno perso tantissimo dopo esser partiti molto bene, ed ora arriva la Champions dove possono andare avanti ma sprecheranno altre energie, è quella che rischia di più. La Lazio sta proseguendo quanto di buono fatto lo scorso anno, complimenti a Inzaghi”

Il Barcellona batte la Juventus 3-0 al ‘Camp Nou’ nella prima partita del gruppo D di Champions League. I gol nel primo tempo al 45’ di Messi, nel secondo all’11’ di Rakitic, al 24’ di Messi. I bianconeri ieri sera hanno giocato un ottimo primo tempo al Camp Nou creando diverse occasioni da gol. “Questa è un’altra Champions – ha detto il ct della Juve, Massimiliano Allegri – I ragazzi hanno fatto un bel primo tempo, poi è normale che bisogna sfruttare le occasioni che ti capitano. Ne abbiamo avute parecchie e non siamo stati bravi a concretizzarle, mentre hanno quel giocatore lì, Messi, che alla prima occasione ti cambia le partite. Abbiamo sbagliato molto, non abbiamo avuto la forza di stare dentro la partita fino alla fine”.

Sorteggio Champions League: Juventus con il Barcellona, Roma con il Chelsea, Napoli col City. Bianconeri nel gruppo D con Olympiakos e Sporting. Gruppo C per i giallorossi con Atletico e Qarabag. Per gli azzurri gruppo F con Shakthar e Feyenoord. Premiati Totti e Buffon. Ronaldo giocatore dell’anno Sorteggio buono per la Juventus per la Champions League 2017/18. I bianconeri, inseriti nel girone D, hanno pescato il Barcellona, ma anche Olympiacos e Sporting Lisbona. Più dura per il Napoli, che affronterà Shakthar Donetsk, Manchester City e Feyenoord. Complicato per la Roma, che dovrà confrontarsi con Chelsea, Atletico Madrid e Qarabag. La squadra torinese trova il Barcellona di Mezzi, eliminato lo scorso anno con un rotondo 3-0 ma sempre una delle squadre più forti al mondo.

“Da un certo punto di vista mi rende anche orgoglioso, vedere il comportamento non solo dei tifosi ma anche di certi giocatori fa sì che quando le senta mi senta orgoglioso di come sono. Io non riuscirei mai a scrivere delle cose che non ti danno niente. E’ una cosa che fa capire quanto miserabile possa essere l’uomo”. Nell’intervista rilasciata a Sky Sport il portiere della Juventus e della nazionale italiana Gianluigi Buffon torna a parlare di coloro che hanno gioito per la sconfitta dei bianconeri nella finale di Champions League contro il Real Madrid. “Sono veramente felice di non far parte di quella schiera, quando li vedo e li incontro mi sento troppo più forte di loro, questa è la verità – ha aggiunto – E’ normale che quando la squadra più forte induce gli altri a sofferenze per larga parte della stagione nel momento in cui capitola fa sì che ci sia una gioia smisurata, addirittura improvvisando caroselli. Questo mi fa sorridere, è un modo singolare e italiano di vivere le disgrazie altrui anziché pensare di costruire le proprie vittorie”.

“Penso che la Juventus abbia molte possibilita’ di vincere la Champions”. Lo ha detto il tecnico Massimiliano Allegri dopo l’accesso in finale dei bianconeri che a Torino hanno battuto il Monaco 2 a 1. La Juve affrontera’ il Real o l’Atletico il 3 giugno a Cardiff. Per la societa’ bianconera si tratta della seconda finale in tre anni. “Non era semplice giocare una Champions – ha detto Allegri a Mediaset – Ora siamo alla fase cruciale della stagione, perche’ ancora non abbiamo vinto nulla. Nell’ordine ci sono campionato, Coppa Italia e Champions: dovremo esssere meno pigri e curare i dettagli, abbiamo un mese per prepararla”.

La Juventus trova il Monaco nei sorteggi della semifinale di Champions League 2017. L’altra semifinale è Real Madrid-Atletico Madrid. Queste le date delle semifinali di Champions League:  Orario d’inizio alle 20.45. 2 maggio: Real Madrid-Atletico Madrid; 3 maggio: Monaco-Juventus; 9 maggio: Juventus-Monaco; 10 maggio: Atletico Madrid-Real Madrid. Finale il 3 giugno al Millenium Stadium di Cardiff.

Tre bombe sono esplose davanti al bus del Borussia Dortmund mentre la squadra si dirigeva verso lo stadio per la partita di Champions League contro il Monaco. Gli ordigni erano nascosti in una siepe. Ma altri oggetti sospetti sono stati rinvenuti nei pressi dell’hotel del Borussia Dortmund, durante i controlli. La polizia sta verificando se ci sia una pista islamica radicale ma sta anche valutando una rivendicazione di ambienti antifascisti. Il match è stato rinviato, si terrà oggi alle 18.45. Secondo Sueddeutsche Zeitung, NDR e WDR, nella lettera di rivendicazione ritrovata vicino l’autobus si fa riferimento all’attentato contro un mercatino di Natale a Berlino e alle missioni dei Tornado tedeschi in Siria. Fonti vicini agli inquirenti citate dalla Sueddeutsche Zeitung definiscono l’episodio molto insolito e ritengono possibile anche l’ipotesi che i responsabili delle esplosioni abbiano voluto fornire una pista falsa. Gli inquirenti tedeschi stanno pero’ verificando anche una seconda rivendicazione, proveniente probabilmente da ambienti antifascisti. La rivendicazione è comparsa martedì sera su internet ed è scritta in uno stile simile a quello dell’Antifa, una sigla che raccoglie gruppi di autonomi, anarchici ed esponenti della sinistra radicale extraparlamentare. Nel testo si spiega che l’autobus è stato attaccato in quanto “simbolo della politica” del Borussia Dortmund, che non si impegnerebbe abbastanza contro razzisti, nazisti e populisti di destra.

‘La Juve non e’ favorita ma siamo 50 e 50. Per mettere in difficolta’ queste grandi squadre servono coraggio e voglia di farli correre perche’ i grandi campioni, quando li fai correre per 90′, diventano non lucidi. L’intensita’ di gioco potra’ essere protagonista della gara”. Sara’ questa, secondo Cesare Prandelli, la chiave della sfida di domani sera fra Juventus e Barcellona, andata dei quarti di Champions. “La sconfitta col Malaga del Barcellona non fa testo, sara’ una partita diversa, con una concentrazione diversa – continua ai microfoni di ‘Radio Anch’io Sport’ su RadioUno – Capello dice che non sa difendere? Bisognera’ essere bravi e coraggiosi nell’attaccare la linea difensiva. Mi aspetto che il Barça cerchera’ di conquistare la meta’ campo e Neymar, Messi e gli altri cercheranno di inserirsi fra le linee. La Juve dovra’ essere brava a contrastare subito e attaccare in profondita’ con piu’ giocatori”.

“Contro il Barcellona vogliamo la rivincita di Berlino”. Il presidente di Exor, John Elkann, intervenuto all’evento Panorama d’Italia, a Torino, ha parlato anche della Juventus, a partire dalla doppia sfida di Champions con il Barcellona. Ieri, contro il Napoli, si e’ vista una grande Juve, coraggiosa”. Bianconeri sempre in corsa per campionato, Coppa Italia e Champions ma per il presidente di Exor e’ “Inutile parlare ora di triplete. E’ bene parlare di risultati soltanto una volta ottenuti. Questa e’ una grande squadra, l’anno scorso ha vinto il quinto scudetto di fila e cio’ non accadeva dagli anni ’30. Un risultato incredibile frutto anche delle grandi capacita’ di mio cugino Andrea e di tutto il gruppo dirigente. Hanno creato una fantastica squadra e i risultati si vedono sul campo”. Ma frutto anche del lavoro di Allegri in panchina. Il tecnico non ha ancora rinnovato il contratto, ma dribblando la domanda, Elkann ha aggiunto: “Si parla sempre di futuro ma a noi interessa il presente. In questo senso Allegri e’ assolutamente ingaggiato e ha delle bellissime sfide davanti”. Poi un messaggio alla nazionale italiana: “In bocca al lupo al Ct Ventura, faccia attenzione ai molti giocatori della Juve e quando li ha in Nazionale li preservi”.