Giappone

“La notizia di un nuovo lancio di missile balistico da un sottomarino effettuato nella notte scorsa da parte della Corea del Nord verso il Giappone accresce le preoccupazioni gia’ espresse dalla Farnesina all’inizio di questo mese. Si tratta di un ennesimo gesto provocatorio che minaccia la pace e la sicurezza internazionale e viola apertamente le pertinenti Risoluzioni del Consiglio di Sicurezza Onu”. Lo afferma in una nota la Farnesina, che richiama la Corea del Nord “al rispetto dei propri impegni internazionali che esigono l’abbandono del proprio programma nucleare e missilistico”.

La coalizione al governo in Giappone guidata dal premier Shinzo Abe rafforza la propria presenza al Senato, conquistando i due terzi della maggioranza, una condizione necessaria per portare avanti il progetto di revisione della Costituzione pacifista insieme alla continuazione delle riforme economiche. “Con il loro voto di fiducia gli elettori hanno parlato chiaro per il progresso della politica dell’Abenomics, dando l’approvazione al posticipo della tassa sui consumi”, ha detto Abe, spiegando che non ha allo studio lo scioglimento della Camera bassa del Parlamento, e che e’ previsto un rimpasto al governo, senza specificare la tempistica. Il partito Liberal democratico, assieme al partito centrista di ispirazione buddhista Komeito che formano l’esecutivo, sono certi di raggiungere almeno 78 dei 121 seggi contestati per il rinnovo della Camera dei consiglieri. Il raggiungimento dell’obiettivo, insieme ai due terzi della maggioranza nella piu’ importante Camera dei rappresentanti, permetteranno al premier di promuovere la controversa legislazione per la modifica dell’articolo 9 della Costituzione giapponese, che non consente il mantenimento di forze armate e vieta qualsiasi coinvolgimento in conflitti militari. Per l’approvazione della riforma occorrera’ indire un referendum, ma secondo gli analisti – malgrado le forti manifestazioni di protesta negli ultimi 2 anni – il percorso appare meno impervio a causa delle recenti controversie destabilizzanti con la Corea del Nord e le allarmanti dispute territoriali con la Cina. Per la prima volta dal dopoguerra a oggi i giovani di 18 e 19 anni hanno partecipato alle elezioni, formando un bacino di 2,4 milioni di nuovi votanti, dopo l’abbassamento dell’eta’ legale dai precedenti 20 anni, una dinamica che secondo gli exit poll avrebbe premiato il premier Abe, considerato piu’ assertivo sul piano della sicurezza rispetto all’opposizione capeggiata dal Partito democratico. Abe ha spiegato che il governo annuncera’ nel breve termine un pacchetto di riforme fiscali per continuare la politica monetaria ultra espansiva denominata ‘Abenomics’, malgrado continui la fase di incertezza sui mercati internazionali.

Il Giappone continuera’ a lavorare a stretto contatto con gli Stati del G7 per minimizzare l’impatto della Brexit sui mercati finanziari globali. Lo ha detto il primo ministro giapponese Shinzo Abe. “E’ importante per il G7 unire le forze e continuare a inviare messaggi che faremo il massimo sforzo per stabilizzare il mercato finanziario”, ha detto Abe in una riunione del Consiglio sulla politica economica e fiscale come citato dall’agenzia di stampa Kyodo. Secondo i media, Abe ha invitato il ministro delle finanze giapponese e la Banca del Giappone a seguire da vicino le tendenze attuali dei mercati finanziari.

E’ stato ritrovato vivo e in buone condizioni, dopo sei giorni, Yamato Tanooka, il bimbo giapponese di sette anni, abbandonato dai genitori nel bosco per punizione, dopo che aveva lanciato pietre ad auto e persone. I genitori erano andati a riprenderlo e non lo avevano più visto. Il piccolo è stato ritrovato a 7 Km dal luogo in cui era stato lasciato, nel Comune di Shikabe, isola di Hokkaido, da una squadra di soccorso che lo stava cercando. Si era rifugiato in un’area di esercitazioni per l’esercito. Il padre ha chiesto pubblicamente scusa al bimbo, che è stato condotto nell’ospedale locale per i controlli.