Cocaina

Il buon senso consiglierebbe la massima severità nei confronti di chi viene sorpreso alla guida di una automobile, di una motocicletta o di altro mezzo dopo aver assunto droghe o alcol. E invece assistiamo impotenti a stragi causate da chi non si fa nessuno scrupolo nel condurre un mezzo in assenza di qualsiasi capacità di autocontrollo, di lucidità, di consapevolezza. I morti di queste settimane non si contano più. E le analisi che vengono eseguite sul conducente della strage non lascia dubbi: ha fatto uso di cocaina, di anfetamine, ha bevuto alcolici….
Senza considerare tutti quegli incidenti stradali dalla dinamica incerta e che con ogni probabilità dipendono dal fatto che il guidatore fosse distratto dall’uso del telefono cellulare, intento a rispondere a qualche messaggio o impegnato in una conversazione telefonica. Ci si chiede il motivo per il quale le forze dell’Ordine e la polizia municipale non aumentino i controlli, con sanzioni esemplari per i trasgressori. Il fenomeno non solo non accenna a diminuire ma é in rapida crescita. E se la situazione rimane invariata non resta che dire ‘si salvi chi può’.

Trovate tracce di cocaina nei bagni della Camera. Scandalo. Perche’? Certo, non e’ edificante sapere che stupefacenti varchino l’ingresso di Montecitorio e che vi siano – presumibilmente – parlamentari che ne facciano uso. Ma il Parlamento non era lo specchio del Paese? E allora nessuno stupore, perche’ ci sono milioni di persone in Italia che comprano e usano quotidianamente cocaina e ogni altra sostanza stupefacente. E’ per questo che le mafie ne fanno arrivare a tonnellate. Solo per questo.