Roma

Le squadre italiane sfortunate nel sorteggio dei quarti di finale di Champions League: la Juventus affronterà il Real Madrid di Ronaldo, la Roma invece il Barcellona di Messi. E’ derby inglese ai quarti di finale di Champions League: Liverpool affronterà il Manchester City, con andata ad Anfield Road e ritorno all’Ethiad di Manchester. L’ultimo quarto e’ Siviglia-Bayern Monaco.

Barcellona – Roma
Siviglia – Bayern
Juventus – Real Madrid
Liverpool – Manchester City 

Champions League, alle 20.45 allo stadio Olimpico in campo Roma e Shakhtar Donetsk nel match di ritorno degli ottavi di finale; Calcio: Serie A, alla vigilia del recupero della 26esima giornata di Serie A tra Juventus e Atalanta, la parola ai tecnici delle squadra; Sport: dalle 11.30 al salone d’onore del Coni al Foro Italico si svolgerà il convegno ‘Educare allo sport’. Partecipano, tra gli altri, Giovanni Malagò, presidente Coni, lo storico coach, Dan Peterson e Francesco Pugliese, amministratore delegato Conad; Calcio: alle 14.30 il via alla tavola rotonda sul calciomercato all’Università Europea di Roma. Interverranno, tra gli altri, il procuratore Alessandro Canovi, il presidente della Lazio, Claudio Lotito, e il dg della Roma, Mauro Baldissoni.

Quattrocento giovani diplomatici a Roma per il Change The World Model UN Rome: si apre oggi il sipario sulla sesta edizione della simulazione che riproduce il meccanismo degli organi delle Nazioni Unite organizzata da Associazione Diplomatici, una ong con status consultivo speciale presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite. Quest’anno la conferenza ha registrato un incremento delle iscrizioni pari al 100% raddoppiando, rispetto alla scorsa edizione, le adesioni degli studenti, di cui il 50 % stranieri. Sono infatti oltre 400 i ragazzi provenienti da ogni angolo del mondo, Russia, Egitto, Santo Domingo, Lituania, Grecia, Germania, Spagna, Albania, Francia, Svizzera, Austria, che si incontrano a Roma da oggi a sabato per discutere ed approfondire gli importanti temi legati all’immigrazione, alla condizione dei rifugiati ed all’attuale situazione politica e civile in Sud Sudan. La cerimonia di apertura è stata questa mattina alle 10 presso la Sala dei gruppi parlamentari di Montecitorio, alla presenza di Giuseppe Scognamiglio, direttore della rivista di geopolitica EastWest. La giornata prosegue nelle aule dell’Università Europea di Roma, in via degli Aldobrandeschi 190, dove i ragazzi vengono suddivisi in due commissioni e dove prendono inizio le simulazioni dedicate, tramite l’United Nations High Commissioner for Refugees (Unhcr), alla risposta umanitaria alla crisi dei rifugiati ed al Consiglio di Sicurezza di oggi sulla situazione in Sud Sudan. Anche la giornata di venerdì si articolerà in due diversi momenti: se durante la mattinata i ragazzi continueranno a lavorare come dei veri e propri delegates delle Nazioni Unite, il pomeriggio invece incontreranno, alla Farnesina il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, Claudio Corbino, presidente di Associazione Diplomatici, e Giuseppe Scognamiglio che interverranno e parleranno ai ragazzi dei temi oggetto della simulazione. Il CWMUN Rome si concluderà nel pomeriggio di sabato 3 febbraio all’Università Europea di Roma con la cerimonia di chiusura dei lavori, dove verranno assegnati da Salvatore Carrubba, presidente Future Leader Society, i premi ai ”delegates” che durante la simulazione si sono contraddistinti dimostrandosi più attenti, più preparati, più abili, ma soprattutto più appassionati.

“Dobbiamo continuare a proclamare ogni giorno Roma fieramente e sempre antifascista”. Lo ha detto il sindaco di Roma, Virginia Raggi, intervenendo in Campidoglio in occasione dell’iniziativa organizzata con l’Anpi, dal titolo L’antifascismo in marcia, a contrasto della commemorazione del 95esimo anniversario della Marcia su Roma.  “Purtroppo – ha continuato – qualcuno vorrebbe portare indietro le lancette della storia, veicolando messaggi di violenza e discriminazione. Ci siamo sempre opposti e continueremo a opporci a tutto cio’, con gli strumenti a nostra disposizione”.

“Mercoledì 25 ottobre vi aspettiamo nei pressi del Senato. Che cosa sta accadendo? Da martedì saremo in aula con la legge elettorale, il famoso Rosatellum, ormai ne avete sentito parlare un po’ ovunque. Ma nessuno vi dice che porcata immensa sia questa legge elettorale, fatta esclusivamente per mettere fuori dai giochi il Movimento 5 Stelle”. Lo scrive Paola Taverna in un post sul blog di Beppe Grillo. “La cosa più scandalosa è che da martedì (oggi) a giovedì avremo aula senza orario di chiusura: significa che quando vogliono approvarsi le loro leggi e le loro schifezze, sono capaci di lavorare 24 ore al giorno. Però guardate che cosa strana: quando abbiamo chiesto noi che venisse calendarizzata la legge per abolire i vitalizi -che alla Camera hanno approvato solo per salvare la faccia, e tentando di far credere che effettivamente vogliono rinunciare ai privilegi- quella legge al Senato non è mai stata calendarizzata. In compenso – continua la senatrice pentastellata – il Rosatellum, che serve esclusivamente a togliere alla prima forza politica del paese -il MoVimento 5 Stelle- la possibilità di veder riconosciuta la dignità di 9 milioni di Italiani che ci votano, e quindi la possibilità di rappresentarvi nel Parlamento, quella legge alla velocità della luce viene portata nelle aule del Senato: e in meno di 3 giorni vedrete come sapranno farsi i beati i cavoli loro”. “Vi chiediamo di venire in piazza e vi chiediamo di portare una benda bianca, come questa, da mettere sugli occhi. E’ così che ci vogliono, ci vogliono incapaci di vedere, incapaci anche di poter scegliere un nome – insiste Taverna -. Perché questa legge non ha come sapete le preferenze, e non solo: se metti una barra su un nome non saprai mai se quel nome sarà la persona che eleggi, o se in realtà il tuo voto verrà magicamente distribuito per una quantità infinita di liste e listarelle fatte apposta per fregarci. Questo è quello che vi stanno proponendo queste persone. Noi vi chiediamo di manifestare, manifestare pacificamente, ma far sentire la vostra voce, perché queste sono le regole del gioco e se le regole del gioco sono truccate l’esito è scontato”.

“Non e’ reato l’immigrazione perche’ non e’ reato la speranza. La speranza e’ un diritto, ma e’ anche l’orizzonte di una politica seriamente impegnata nella promozione del bene comune”. Lo ha detto Don Luigi Ciotti, presidente di Libera e Gruppo Abele, in occasione della manifestazione contro il razzismo che si svolge oggi a Roma, promossa da Associazioni e Ong. “Dalla politica ci aspettiamo lungimiranza, coraggio di guardare oltre le contingenze, gli opportunismi, i populismi”, ha dichiarato Don Ciotti, aggiuggendo che “Temi come l’immigrazione sono questioni di civilta’, non materia di sondaggi e previsioni elettorali”.

“Quindi secondo Lemmetti l’Oref fa politica. È sempre più evidente che i 5 Stelle per nascondere la loro incapacità hanno bisogno di inventare un nemico. La stampa, l’Oref, i grandi poteri e via discorrendo. Roma è al collasso per l’incapacità gestionale della giunta e di un sindaco, la Raggi, che fanno ricorso alla menzogna in maniera disinvolta”. Lo afferma Stefano Esposito, senatore del Pd.

Una fiaccolata con appuntamento alle 18 di venerdì 29 settembre presso la sede centrale di Casapound in via Napoleone III, “per chiedere la chiusura immediata e definitiva della moschea abusiva di via San Vito”. “Domenica sera l’ennesimo atto di intolleranza con un giovane malese senza fissa dimora che ha aggredito una coppia che si baciava nella via che ospita il centro islamico, prima di aggredire anche la pattuglia intervenuta sul luogo – spiega Cpi – La moschea, oltre a non essere autorizzata e oltre ad ospitare nelle sue cantine un asilo nido abusivo, è stata più volte segnalata per i numerosi episodi di degrado, essendo diventata col tempo un ritrovo davanti al quale gli immigrati bivaccano per strada nonché un punto di spaccio”. “Via di San Vito è uno dei luoghi più degradati dell’Esquilino – spiega Davide Di Stefano, responsabile romano di Cpi – l’episodio dell’aggressione alla coppia di fronte alla moschea abusiva non è certo una sorpresa. Tra comitive di spacciatori, sbandati e immigrati clandestini, lo spazio antistante la moschea è diventato un luogo sottratto alla sovranità dei cittadini romani. Una situazione che CasaPound, ambasciata d’Italia nel rione multietnico della capitale, non è più disposta a tollerare”. La struttura, spiega ancora Di Stefano, ”già a febbraio scorso era stata chiusa, ma evidentemente non è bastato per mettere fine ai raduni clandestini. Durante l’intervento per la chiusura, tra l’altro, era stato trovato anche trovato un cartello con sopra scritta una frase del Corano solitamente usata dai gruppi jihadisti. Non è possibile che assecondare la folle ideologia della sostituzione del popolo italiano e per salvaguardare i guadagni di chi lucra sulla politica di accoglienza, venga continuamente messa a rischio la sicurezza della cittadinanza. Serve una svolta politica e culturale radicale che ponga fine a queste scelte criminali”.

L’Italia si unisce per la prima volta ad altri 67 paesi del mondo per celebrare il World Values Day, la giornata mondiale dei valori. Giovedì 19 ottobre presso la storica sala della Protomoteca in Campidoglio a Roma si terrà la cerimonia di premiazione degli Italian Values Awards, riconoscimento ufficiale del World Values Day per personaggi dello sport, della cultura e dello spettacolo che hanno lasciato il segno nel corso dell’anno o della loro carriera, e rappresentato un valore umano attraverso i propri traguardi. Nato per riunire le eccellenze italiane appartenenti a diversi settori – informa una nota – è un premio che celebra il coraggio, la passione, l’ambizione, l’impegno e tutti i valori che hanno portato queste persone a diventare ciò che sono oggi. I vincitori saranno suddivisi nelle categorie “Sport”, “Life” e “People” e riceveranno la prestigiosa statuetta nel corso di una cerimonia-evento pensata come momento ispirativo, un incontro di respiro culturale e sociale. Numerosi i protagonisti già annunciati all’evento: tra gli sportivi il capitano dell’Italnuoto Filippo Magnini, l’atleta più medagliata dello sport italiano Valentina Vezzali, il campione azzurro di pugilato Clemente Russo, il campione del mondo di spada Paolo Pizzo, il campione europeo di pesi Mirco Scarantino, la fiorettista iridata Arianna Errigo, la calciatrice della nazionale femminile Elena Linari e il golfista non vedente Stefano Palmieri, vincitore del prestigioso British Blind Open 2017. In campo culturale e artistico saranno premiati: il regista già vincitore del David di Donatello Volfango De Biasi per il documentario “Crazy for Football”; il film “Tiro libero” con Simone Riccioni, Nancy Brilli, Antonio Catania e Biagio Izzo; il giornalista Darwin Pastorin per il libro “Lettera a un giovane calciatore”; il giornalista Roberto Giacobbo, autore e conduttore della trasmissione tv “Voyager”. Due i vincitori della categoria People: Luciano Baietti, l’uomo più ‘istruito’ del mondo con il record di 15 lauree conseguite, e Valerio Catoia, giovane atleta disabile autore di un eroico salvataggio in mare di una bambina in difficoltà. Alla manifestazione si aggiungeranno altri ospiti e numerosi premi speciali. Tutti i premiati saranno chiamati a portare la propria testimonianza sull’importanza dei valori e delle virtù che hanno caratterizzato le loro imprese sportive, professionali e personali. Ad aprire la manifestazione l’incontro “Campioni Oltre il Traguardo” (www.campionioltreiltraguardo.com) rivolto a studenti e giovani atleti durante il quale si parlerà dei pericoli relativi all’uso del web, di bullismo e cyberbullismo attraverso le campagne di sensibilizzazione della Polizia di Stato, ma anche di corretta alimentazione e di doping grazie all’Associazione “I Am Doping Free” con il famoso nutrizionista Luca Di Tolla e il campione Filippo Magnini, che sarà presente per parlare del suo impegno per lo sport pulito. “Questo riconoscimento è unico nel suo genere perché coniuga valore sociale, culturale ed educativo – spiega il giornalista Gianluca Meola, organizzatore dell’evento – parla ai giovani di valori umani attraverso le storie e le esperienze dei personaggi che premiamo, che diventano a loro volta esempi edificanti, fonte d’ispirazione e di insegnamento. E’ un progetto che portiamo avanti dallo scorso anno che finora ci ha permesso di coinvolgere più di duemila ragazzi, siamo onorati di essere stati scelti dal Committee del World Values Day per celebrare questa ricorrenza anche in Italia che ci unirà a tutto il resto del mondo”. La manifestazione è ideata e promossa dall’Associazione Italiana, Arte, Sport e Cultura in collaborazione con la Polizia di Stato e l’Associazione I Am Doping Free, e con il patrocinio di CONI, ANG-Agenzia Nazionale Giovani, Città Metropolitana di Roma Capitale e Consiglio Regionale del Lazio.

“No alle speculazioni dei partiti e della politica sullo stato disastroso in cui versa Roma”. Lo afferma il Codacons, commentando la proposta di Roberto Giachetti di istituire una Costituente per rifondare la Capitale.“Non è nell’interesse dei cittadini affrontare il degrado della città sotto il profilo delle logiche di partito – spiega il presidente Carlo Rienzi – Ciò che realmente serve è partire dalla base, ascoltando i cittadini e dando risposte ai tanti problemi che assillano soprattutto le periferie”. In tal senso il Codacons propone oggi al sindaco Virginia Raggi una task force di legali dell’associazione, con il compito di affiancare l’amministrazione e i municipi nel fornire risposte alle segnalazioni dei cittadini: un team di giovani avvocati volontari vaglierà le richieste d’aiuto degli utenti sulle tematiche che più assillano i romani (buche stradali, rifiuti, trasporti pubblici, degrado, ecc.) ed entro 48 ore dalla loro presentazione fornirà una risposta ai cittadini, attraverso i dipartimenti e gli uffici competenti.