8 Marzo: Mattarella, difendere donne e’ difendere pace 

“Promuovere e difendere le donne, i loro diritti, la loro tutela, il loro lavoro, il loro inserimento nei processi decisionali, significa aprire concretamente prospettive di pace”. Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella, parlando al Quirinale in occasione della Giornata internazionale della donna. Il capo dello Stato ha anche sottolineato quanto sia ancora bassa la partecipazione delle donne in politica e nelle organizzazioni internazionali. “Le donne costituiscono un serbatoio di saggezza, di generosita’, di attitudine a smussare conflitti e respingere la violenza. Anche per questo dobbiamo impegnarci di piu’ per promuovere il lavoro e la partecipazione femminile, in tutti i settori”. “Dobbiamo garantire alle donne- aggiunge il capo dello Stato- la piena compatibilita’ tra la cura della famiglia, che e’ una funzione essenziale per lo sviluppo ordinato di un Paese, e l’attivita’ professionale. Abbiamo l’obbligo, ma anche un reale interesse, a rimuovere tutti gli ostacoli di natura economica, sociale e, purtroppo, di abito mentale che ancora impediscono a tante donne di raggiungere livelli apicali e parita’ di retribuzioni”. Per Mattarella, “e’ ormai acquisito- ma e’ sempre stato evidente- che il lavoro femminile, la crescita democratica, l’educazione dei figli, sono fattori decisivi non solo per la tenuta sociale di una societa’ ma anche per il suo sviluppo economico”.

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.