Ncd: Cicchitto, saremo nuova casa moderati contro populismi

Il Nuovo Centrodestra si prepara all’assemblea del prossimo 18 marzo che dovrebbe segnare una svolta politica precisa, a partir dal cambio del nome: “Ncd ha una scadenza che e’ quella del 18 marzo. In quella giornata faremo una cosa che avremmo dovuto fare da molto tempo e cioe’ il cambio del nome del partito. Il nuovo nome fara’ riferimento esclusivamente ai moderati, ai riformisti e all’area di centro”, ha spiegato Fabrizio Cicchitto al quotidiano ‘Il Dubbio’. L’esponente Ncd e presidente della Commissione Esteri della Camera aggiunge: “Sulla base dell’esperienza maturata durante questi anni sceglieremo una collocazione netta senza riferimenti al centrodestra ma soltanto al centro. La cosa non e’ mai stata riconosciuta pubblicamente, ma questa legislatura e’ durata 4 anni, e puo’ durarne 5, grazie alla nostra decisione di appoggiare il governo Letta che non fu un atto di trasformismo, ma un atto necessario per evitare altre elezioni politiche anticipate e quindi un’avventura. Lo aveva fatto anche Berlusconi nel 2013 quando aveva capito che le elezioni avevano sconvolto il quadro politico e messo fine al bipolarismo, rendendo necessarie larghe intese tra Pd e Pdl”. “Arrivati a questo punto ci troviamo davanti a una situazione in cui mi pare assai probabile che andremo da soli alle elezioni – sottolinea Cicchitto – a prescindere dalla legge elettorale”.

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.