Mons Galantino (Cei) ‘i cattolici in politica si uniscano’

“Le circostanze nelle quali oggi il cattolico si trova a fare politica sono molto più complesse del passato. Ma questo non giustifica il continuare a camminare – pur militando legittimamente in compagini diverse – a ranghi sparsi senza il desiderio concreto di ritrovarsi per definire azioni comuni ispirate alla Dottrina sociale della Chiesa”. Lo scrive nella sua rubrica settimanale sul Sole24Ore il segretario generale della Conferenza episcopale italiana (Cei), mons. Nunzio Galantino. “I cattolici che sono in politica si conoscono tutti tra loro. Si conoscono per nome, cognome e storia politica. Possibile che si faccia tanta fatica a ritrovarsi insieme per non morire asfissiati e circondati da pacifica irrilevanza in un clima culturale che sembra inesorabilmente votato alla marginalizzazione dei valori evangelici e alla dittatura del pensiero unico?”. La Chiesa “anche grazie all’impegno politico di uomini e donne ben strutturati spiritualmente e culturalmente, è chiamata a darsi un’Agenda di azioni innovative integrandosi con prassi pastorali già ampiamente sperimentate in giro per l’Italia nel segno dell’umanesimo cristiano”.

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.