Gli Usa mettono il segreto sulle ispezioni delle armi atomiche

Gli Stati Uniti non forniranno più informazioni sulle ispezioni di sicurezza dei suoi armamenti atomici, presenti anche in Italia. La decisione è stata presa, ha spiegato il Pentagono, per evitare che Paesi nemici possano ottenere troppe informazioni sulle eventuali falle di sicurezza nelle basi, emerse dalle ispezioni. Per decenni, queste informazioni sono invece state accessibili al pubblico. L’esperto di segretezza Steven Aftergood, che guida il programma “Project on Government Secrecy” della Federation of American Scientists di Washington, ha dichiarato alla stampa statunitense che “tutta questa storia puzza. Agiscono come se avessero qualcosa da nascondere, ma non si tratta di segreti che riguardano la sicurezza nazionale. Io credo che questa nuova politica non distingua tra la protezione dei segreti legittimi e la decisione di schermare l’incompetenza. È chiaro che le informazioni classificate che riguardano la tecnologia delle armi nucleari vadano protette, ma negligenze ed errori non dovrebbero essere protette dall’obbligo di risponderne davanti all’opinione pubblica”.

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.