Bassetti (Cei): cattolici in campo, piu’ attenzione per il lavoro

“La Chiesa italiana deve “spendersi con convinzione” e i cristiani devono tornare “a casa sentendo la responsabilita’ di dover dare corpo ad alcune iniziative concrete”. Lo ha detto il presidente della Conferenza Episcopale Italiana, il cardinale Gualtiero Bassetti, chiudendo a Cagliari la 48esima edizione delle Settimane sociali dei cattolici italiani. Quattro giorni di riflessione, testimonianze, tavoli di confronto e visite aziendali quest’anno dedicati al tema del lavoro.
Il presidente dei vescovi ha voluto anche sottolineare l’importanza di sospendere, per quanto possibile, l’attività lavorativa nel giorno festivo della settimana: “Senza la domenica non possiamo vivere – ha osservato il cardinale – Per noi credenti significa che senza riunirci in assemblea per celebrare l’Eucaristia, ci mancherebbero le forze per affrontare le difficolta’ quotidiane e non soccombere. Ma della domenica ha bisogno anche la societa’ secolarizzata; ne ha bisogno la vita di ogni uomo, ne hanno bisogno le famiglie per ritrovare tempi e modalita’ per l’incontro, ne ha bisogno la qualita’ delle relazioni tra le persone”, ha aggiunto.
Il vicepresidente del Comitato scientifico delle Settimane Sociali, Sergio Gatti, dopo le proposte presentate al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, ha portato un elenco di priorità europee al presidente del Parlamento Ue Antonio Tajani. I temi posti all’attenzione del governo italiano e dell’Ue riguardano in particolar modo: occupazione, investimenti, armonizzazione fiscale.

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.