Sinistra: Fassino, con Liberi e Uguali piu’ difficile vincere

La nascita di Liberi e Uguali rischia di “rendere piu’ difficile al centrosinistra la competizione con il populismo e la destra”. Lo ha detto Piero Fassino, presidente del Cespi (Centro Studi di Politica Internazionale) e di recente incaricato dal segretario Pd, Matteo Renzi, di tenere i rapporti con le varie anime del centrosinistra, a margine di una conferenza sui migranti nella sede di Bruxelles del Parlamento Europeo.
Se “l’obiettivo della nuova formazione politica nata ieri”, Liberi e Uguali, “e’ quello di puntare al 10%, io dico che con il 10% non si vincono le elezioni. Per vincerle ci vuole un consenso piu’ ampio. E presentarsi da soli ha come unico effetto quello di rendere piu’ difficile al centrosinistra la competizione con il populismo e la destra”, ha detto. Il Pd, ha aggiunto, continua a “lavorare sull’unita’, tanto e’ vero che stiamo costruendo una coalizione di centrosinistra, insieme a Pisapia, a forze del centro democratico, abbiamo aperto un confronto con Emma Bonino e la sua lista ‘Piu’ Europa’, con i socialisti, con i Verdi”.
L’obiettivo e’ che “il centrosinistra si presenti largo, inclusivo e sia in grado di raccogliere una fiducia ampia. Riteniamo che questa coalizione sia l’unica che puo’ davvero evitare che l’Italia possa cadere preda della destra o del populismo”.

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.