Borsa Turismo, presentato Geoportale Nazionale per Archeologia

Presentata alla Borsa Mediterranea per il Turismo archeologico il progetto del Geoportale Nazionale per l’Archeologia, una piattaforma digitale destinata a configurarsi come punto di accesso e consultazione dei dati raccolti dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dagli enti di ricerca, in un’ottica di collaborazione e data-sharing volta alla conoscenza e alla protezione del patrimonio archeologico italiano.
L’iniziativa è stata illustrata nello stand del Mibac, a cura del segretariato Generale, il direttore dell’Ica (Istituto Centrale per l’Archeologia) Elena Calandra.
I primi dati già raccolti provengono dalla ricognizione della documentazione relativa all’archeologia preventiva presso dieci Soprintendenze in tre regioni pilota (Piemonte, Toscana e Puglia) per predisporre una procedura uniforme di censimento e schedatura degli interventi.
La grande sfida – ha spiegato Elena Calandra – è proprio la standardizzazione della procedura nel presente, da cui si parte schedando “a ritroso” fino al 2005, anno dell’emanazione della legge 109 sulla verifica preventiva dell’interesse archeologico. Il Geoportale Nazionale dell’Archeologia – in linea con gli obiettivi statutari dell’Ica – può divenire lo strumento per fissare e diffondere linee guida e standard cui adeguarsi per elaborare banche dati in formato open”.
La XXI edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, promossa e sostenuta da Regione Campania, Città di Capaccio Paestum, Parco Archeologico di Paestum, ideata e organizzata dalla società Leader con la direzione di Ugo Picarelli, si svolge fino a domenica 18 novembre a Paestum.

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.