Casarini ai domiciliari: appello per i servizi sociali

Palermo: oggi sit in in piazza della Memoria. Mondo della cultura, università e politica si sono uniti nel sottoscrivere un appello affinché Luca Casarini possa scontare la sua pena ai servizi sociali piuttosto che agli arresti domiciliari come stabilito dal tribunale di sorveglianza. Casarini è stato condannato a 3 mesi per aver occupato nel 2003 un’immobile sfitto da anni, attuando un progetto di autorecupero. “Riteniamo che la condanna a tre mesi di detenzione domiciliare, col divieto assoluto di comunicare con l’esterno, negando la possibilità di commutare la pena nell’affidamento ai servizi sociali, sia del tutto sproporzionata”, si legge nell’appello che sta circolando sui social. “Così come riteniamo inaccettabile l’allusione che la Questura di Palermo fa ad un possibile legame tra il suo attivismo politico e la criminalità, organizzata e non, sapendo che in questa città criminalità organizzata significa Mafia”. Oggi in piazza della Memoria, presso il tribunale di Palermo, si terrà un sit in promosso da familiari, compagni e amici di Casarini.

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.