Tajani, populismi minacciano Unione, non facciamola morire

“E’ in gioco l’identita’ dell’ Europa. Questa e’ la sfida di fronte alla quale si trova l’Unione e con la quale dovro’ fare i conti come neo-presidente del Parlamento europeo”. Lo ha scritto Antonio Tajani in apertura dell’intervento, pubblicato oggi nell’inserto di 48 pagine per celebrare i 150 anni de ‘La Stampa’, ed intitolato “I populismi minacciano l’Unione: riformiamola e non facciamola morire”. “‘Uniti nella diversita” e’ sempre stato il nostro motto. La diversita’ e’ la nostra ricchezza, ma oggi e’ quella che mette in pericolo l’unita’” scrive Tajani osservando che sono “troppo diversi” gli approcci alla Brexit, all’offensiva populista, alle migrazioni, alla politica economica, alla lotta al terrorismo e alla politica estera. Sulla Brexit, afferma, “dovremo negoziare con Londra neoll’interesse dell’Europa, ma sapendo che il rapporto col Regno Unito resta fondamentale”. Definisce “indistruttibile” il legame con gli Usa “indipendentemente da chi sia il Presidente”. Aggiunge che “i migranti devono poter chiedere asilo nel paese di destinazione, non di approdo” e sottolinea che “serve un nuovo ‘programma Marshall’ di investimenti miliardari nei paesi d’origine, specialmente in Africa, altrimenti i flussi non si fermeranno”. Infine osserva che “l’austerita’ non contraddice lo sviluppo: la stabilita’ dei conti deve sposarsi con una politica industriale espansiva e col sostegno alle Pmi, arginando cosi’ la disoccupazione, in particolare giovanile”

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.