Blue Whale. Sbrollini (Pd): contrastare gioco che istiga al suicidio

“E’ tempo che il Parlamento e Governo si occupino insieme del contrasto al fenomeno del ‘Blue Whale’, non solo in un’ottica repressiva, ma soprattutto con l’intento di prevenire fenomeni cosi’ pericolosi e tutelare i minori, soprattutto quelli piu’ fragili. Alcuni strumenti di contrasto gia’ esistono, come la legge contro il cyberbullismo approvata dal Pd in Parlamento, per la tutela dei piu’ giovani attraverso le scuole con personale educativo delegato. Ora dobbiamo investire sempre piu’ fondi e risorse per il contrasto del Blue Whale prima che sia troppo tardi. Per questo ho scelto di interrogare la Ministra Lorenzin e la Ministra Fedeli e intendo sensibilizzare anche la Presidenza del Consiglio, perche’ non e’ accettabile che i nostri giovani vengano esposti a questi tipi di rischio senza un intervento serio dello Stato. Per contrastare fino in fondo questi fenomeni, bisogna lavorare assieme: istituzioni, politica, scuola, genitori, editori del mondo dei social e del web”. Lo dichiara la deputata del Pd, Daniela Sbrollini, vicepresidente della XII Commissione Affari Sociali e Sanita’ di Montecitorio, che mercoledi’ 21 Giugno alle ore 14.30, presso la sala stampa della Camera dei deputati, interverra’ con la giornalista e direttrice dell’associazione ‘I Woman’, Sara Manfuso, per parlare del fenomeno ‘Blue Whale’, un gioco interattivo inventato in Russia che si puo’ scaricare su cellulari e tablet, che ha come target i ragazzi di eta’ compresa fra i 14 e i 19 anni e che consiste nell’affrontare 50 prove estreme in 50 giorni, sfide che arrivano a spingere i ragazzi a lanciarsi da un ponte o da un palazzo. Una psicosi collettiva che in sostanza mira all’invito al suicidio e per cui si sono verificati piu’ di 150 suicidi e che e’ gia’ al vaglio di polizia, magistratura e delle famiglie. In conferenza stampa la deputata Sbrollini illustrera’ il contenuto delle interrogazioni presentate ai Ministri della Salute, Beatrice Lorenzin e dell’Istruzione, Valeria Fedeli e verra’ presentata la lettera che sara’ inviata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al fine di sensibilizzare tutte le Istituzioni su questo fenomeno cosi’ pericoloso per i nostri ragazzi.

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.