Unicef: oltre 180 mln di persone nel mondo senza acqua potabile

Sono oltre 180 milioni le persone nel mondo che non hanno accesso all’acqua potabile in paesi colpiti da conflitti, instabilita’ e violenze. Lo rende noto l’Unicef, in occasione della settimana mondiale dell’acqua (27 agosto-1 settembre). Secondo una recente analisi dell’Unicef e dell’Oms, le persone che vivono in situazioni di fragilita’ hanno una probabilita’ quattro volte maggiore di non avere acqua potabile rispetto alle popolazioni in situazioni differenti. In Siria, dove il conflitto e’ nel corso del suo settimo anno, circa 15 milioni di persone hanno bisogno di acqua sicura, fra cui si stimano 6,4 milioni di bambini.
L’acqua e’ stata spesso utilizzata come arma di guerra: solo nel 2016, ci sono stati almeno 30 tagli intenzionali alle forniture idriche – fra cui ad Aleppo, Damasco, Hama, Raqqa e Dara, con pompe distrutte e fonti d’acqua contaminate. In zone colpite dal conflitto nel nord-est della Nigeria, il 75% delle infrastrutture idriche e igienico-sanitarie sono state danneggiate o distrutte, lasciando 3,6 milioni di persone senza nemmeno i servizi idrici di base. In Sud Sudan, circa la meta’ dei punti d’acqua e’ stata danneggiata o distrutta. In Yemen, le reti per il rifornimento idrico che servono le citta’ piu’ grandi del paese sono a rischio a causa dei danni e del degrado causati dalla guerra.

10notizie.it e’ disponibile a pubblicare i vostri commenti scrivendo a commenti@10notizie.it. Saranno presi in considerazione i testi che non superino i 140 caratteri e che siano corredati da nome e cognome, indirizzo mail e numero di cellulare telefonico. Non saranno oggetto della nostra attenzione i testi contenenti parti offensive, illegali o lesive della dignità personale.